CASTORIADIS

Serge Latouche

CASTORIADIS. L'autonomia radicale

Milano, Jaka Book, 2014

pp. 85, € 9,00

ISBN 9788816412705

 

di Andrea Baldazzini


 

Quando l’effetto della provocazione svanisce, quando il vociare si fa coro ordinato, ecco allora spuntare la filosofia. Dopo un primo momento di grande stupore, provocato dall’annuncio della teoria della decrescita, il suo portavoce, Serge Latouche, ha iniziato ad adoperarsi per mostrare come questa idea non solo non sia una semplice “utopia concreta”, ma abbia alle sue spalle numerosi precursori, capaci di fornirle una base teorica in grado di reggere gli urti delle innumerevoli critiche scagliatele contro (la maggior parte dettate da un’incomprensione di fondo che vede nella decrescita un semplice desiderio di povertà, frugalità, rinuncia e francescanesimo). Grazie ad una collaborazione con la casa editrice Jaka Book, Latouche sta proponendo una serie di libretti dedicati a coloro che lui ritiene essere stati dei fautori della decrescita ante litteram e alcuni nomi possono persino stupire, come per esempio Pier Paolo Pasolini o Enrico Berlinguer. Risulta così però più chiaro il perchè Latouche abbia voluto dedicare un volume anche a Cornelius Castoriadis, per vari aspetti l’autore che forse ha più legami con la prospettiva della decrescita. Cerchiamo di sottolinearne qualcuno; ma prima due parole sul personaggio, figura alquanto sconosciuta in Italia.

leggi di più

L'INVENZIONE DELL'ECONOMIA

Serge Latouche

L’INVENZIONE DELL’ECONOMIA

Bollati Boringhieri, Torino, 2010

 


di Edoardo D’Elia

 

L’invenzione dell’economiaè una raccolta di saggi pubblicata da Latouche nel 2005 e ripresa ora dalla casa editrice Bollati Boringhieri sull’onda della popolarità del Breve trattato sulla decrescita serena. I saggi, come scrive l’autore nella prefazione, sono contributi occasionali e parziali, alcuni scritti addirittura negli anni ottanta, al tentativo di una sintesi sistematica dell’insieme delle concomitanze storiche e scientifiche che hanno portato all’invenzione dell’economia.

 

leggi di più

BREVE TRATTATO SULLA DECRESCITA SERENA

Serge Latouche

BREVE TRATTATO SULLA DECRESCITA SERENA

Bollati Boringhieri, Torino, 2009

 

di Edoardo D’Elia

 

Come diceva Seneca, il problema non è tanto il possesso dei beni quanto il sentimento di attaccamento ad essi. Analogamente, secondo Latouche, per risolvere la situazione ecologico-economica del mondo non serve liberarsi completamente delle strutture che l’economia ha fatto sue, del sistema finanziario, di tutti i capitalisti e delle borse; ma si tratta di “decolonizzare l’immaginario”, ovvero di pensare una società in cui la fede non sia più la Crescita con la C maiuscola. 

 

leggi di più

PER UN'ABBONDANZA FRUGALE

Serge Latouche

PER UN’ABBONDANZA FRUGALE

BollatiBoringhieri, Torino, 2012

di Edoardo D’Elia

 

Quando la disillusione punisce, la filosofia torna di moda; e i filosofi di moda, tradizionalmente, sono francesi. Ecco forse perché, negli ultimi anni di smarrimento culturale, i libri rossi (aggettivo cromatico più che politico) di Latouche hanno un successo, e un prezzo di copertina, così consistenti.

leggi di più