Sono attive le prevendite per la première de La Rincorsa: ACQUISTA SUBITO


È solo la fine del 2016

di Edoardo D'Elia

 

È solo la fine del mondo, l’ultimo film di Xavier Dolan, racconta di un giovane scrittore (Louis) che va a trovare la sua famiglia, dopo dodici anni di assenza, per annunciare la propria morte. Succede che (allarme spoiler! ma tanto avete già detto tutti che non vi è piaciuto) non ci riesce, perché c’è troppa confusione per prendere la parola. Loro non sanno qual è il problema, e a stento si chiedono il motivo della visita, ma sembrano certi che non potrà mai essere così serio. Il rancore a grappoli che tutti riservano a Louis, dopo che se ne è andato a emanciparsi nella grande città, lasciando gli altri a sopravvivere in provincia, era da mettere in conto. Insomma, il protagonista ha bisogno di sostegno, ma non ha l’aspetto di uno che ha bisogno di sostegno. Quindi, che si metta in fila.

leggi di più

Natale sul Molonglo

di Francesco Genco

 

Se è vero – a fidarsi di Tacito – che i romani hanno fatto un deserto e lo hanno chiamato pace, i padri fondatori australiani ne hanno trovato uno già pronto e l'hanno chiamato casa. E non so se sia più bizzarro pensare di fare armi e bagagli e trasferirsi in un deserto o che questo deserto, di fatto, trabocchi vita – non proprio una solitudo. E il dubbio si moltiplica: dobbiamo agli australiani un riconoscimento per l'idea più sprovveduta perché hanno deciso di vivere in un deserto, per la più astuta perché somiglia più al giardino dell'Eden che ad un deserto, o per la più folle perché contiene talmente tanta vita da essere inadatto alla vita dell’uomo? Personalmente credo che il termine Eden cambierebbe accezione se nel paradiso terrestre i serpenti fossero stati, invece di uno, numerosi “come le stelle del cielo e come la sabbia che è sul lido del mare”. Senza poi considerare ragni, squali e coccodrilli.

leggi di più


RECENSIONI

BREVE STORIA DEI DIRITTI UMANI

Alessandra Facchi
BREVE STORIA DEI DIRITTI UMANI. Dai diritti dell'uomo ai diritti delle donne
Bologna, il Mulino, 2013
pp. 167, € 14,00
ISBN 9788815238887


di Pietro Balestra


Scopo del breve saggio di Facchi è delineare un concetto attuale, concreto e complesso come quello di diritti umani, ripercorrendone la storia, dalla teorizzazione (collocabile tra Cinquecento e Seicento), fino al dibattito contemporaneo sulla moltiplicazione e l'attuazione di tali diritti, pretesi da sempre più individui, a voce sempre più alta. Tale percorso definisce i diritti umani sia sul piano teorico che su quello pratico; perciò nel libro s'intrecciano tre discipline sorelle: Storia, Filosofia e Giurisprudenza.

 

leggi di più

BANKSY A NEW YORK

Ray Mock

BANKSY A NEW YORK

Milano, L’Ippocampo, 2015

senza paginazione, € 19,90

ISBN 9788867221714

 

 

di Paulo Fernando Lévano

 

 

Dicembre, ancora un’altra volta. Bibliofili: avete già deciso come apparire perfettamente prevedibili ai vostri amici anche questo Natale, regalando loro dei bellissimi libri da esibire sui tavolini bassi da salotto? (*)

leggi di più

INTERVISTE

INTERVISTA A NICOLA GRANDI

INTERVISTA A NICOLA GRANDI

 

a cura di Giancarlo Cinini

 

Nicola Grandi è professore di linguistica generale all’Università di Bologna e ha curato il libro La grammatica e l’errore, una raccolta di saggi sulle regole, gli errori e le eccezioni nel linguaggio. A lui abbiamo chiesto di parlarci di errori, come sempre in cinque domande.

 

Buongiorno professore. Lei è un linguista quindi quante lingue sa?

 

Ne parlo una e neppure particolarmente bene. Però ne conosco qualcuna in più: so come funzionano, so che suoni usano, come costruiscono le parole o le frasi, ecc. Non sono mai stato molto portato per le lingue straniere, ho una pigrizia di fondo che mi rende difficile studiarle. Non sono neppure un gran viaggiatore, quindi viene meno una delle principali motivazioni allo studio delle lingue. Però sono sempre stato attratto dai meccanismi che stanno dietro al funzionamento delle lingue: di quelli mi occupo e quelli studio.

 

leggi di più

FANTASTORIE

ROGUE ONE

Rogue One - A Star Wars Story

 

di Elisa Baioni e Arianna Ricci

 

A volte le saghe procedono, altre tornano indietro con lunghi flashback, altre volte ancora, invece, spiegano se stesse. È questo il caso di Rogue One - A Star Wars Story, spin-off ambientato nel mondo ideato anni or sono da George Lucas, che cuce una maglia vacante nella trama più ampia della celebre saga.

 

leggi di più

RAGAZZA

Mariko Ōhara

RAGAZZA in La leggenda della nave di carta. Racconti di fantascienza giapponese.

Roma, Fanucci Editore, Immaginario Solaria, 2002

pp. 248, € 12,90

ISBN 8834708598

 

di Francesca Panciroli

 

Dal 1971 la Fanucci Editore ha deciso di dedicarsi alla letteratura horror, fantasy e fantascientifica pubblicando autori noti come Lovecraft, Asimov e Dick. Nel 1999 crea la collana Solaria e nel 2002 esce all'interno della Collezione immaginario (2002-2005) La leggenda della nave di carta. Racconti di fantascienza giapponese, curata da Carlo Pagetti e Ilaria M. Orsini e purtroppo fuori catalogo. Si tratta della prima raccolta di racconti della Collana dedicata alla narrativa giapponese, che però viene tradotta a partire dalla versione inglese, antologia curata da John L. Apostolou e Martin H. Greenberg, The Best Japanese Science Fiction Stories (1989). Scelta che provoca la perdita di un numero maggiore di dettagli dal momento che i racconti originali vengono sottoposti a una duplice traduzione. 

leggi di più

FACCIAMOCELA RACCONTARE

Come promesso in questa intervista e dopo un anno di proiezioni al cinema e di rigidissima privacy su Vimeo, ecco pubblicato l'Episodio1: La Scelta di Ettore Majorana. Fatelo vedere a tutti i vostri conoscenti, anche quelli che vi stanno antipatici. 

Noi si sta già lavorando sul prossimo, naturalmente.


migliori elaborati del corso

LA TRAGICA FINE DI NINA TUCKER

LA TRAGICA FINE DI NINA TUCKER

 

di Pietro Balestra

 

Nessuno che si definisca otaku può trattenere una lacrima al solo sentire il nome Nina Tucker, vispa e affettuosa bimba, tramutata in chimera attraverso l'alchimia dal suo stesso padre, Shou Tucker,

smanioso di conoscenza e di gloria, nell'anime Full Metal Alchemist.

 

Ma se questa tragica vicenda fosse avulsa da ogni realtà, perché susciterebbe in noi un tale dolore e una tale paura? Non è forse noto che anche gli ateniesi del V secolo a.C. s'atterrivano davanti alle opere di Eschilo, Sofocle ed Euripide, poiché nei miti riconoscevano loro stessi? Dunque noi, uomini del XXI secolo, dovremmo forse rispecchiarci e come in questa favola offerta dai maestri del Sol Levante, in questa tragedia contemporanea? Nel presente saggio analizzeremo le nozioni di chimera e alchimia – le loro origini, la loro storia e la loro influenza sul nostro presente – così da mostrare che, in realtà, il sopraccitato episodio di Full Metal Alchemist altro non è che una metafora del rapporto tra l'uomo e la scienza da un lato, e l'uomo e la natura dall'altro.

 

leggi di più

ILLUSTRAZIONI

Qui sono raccolte le illustrazioni più belle create per i nostri testi.


ARCHIVIO

Carson | Ferraris | Latouche |Latour | Lyotard | Onfray | Morin Savater 

Nell'archivio ci sono le sezioni dedicate a pensatori di rilievo su cui abbiamo scritto parecchio. Si infoltirà sempre più, quindi leggete da subito altrimenti rimanete indietro. È solo un consiglio, ma poi non dite che non ve l'avevamo detto.


illuminismo | romanticismo | finanzcapitalismo