RECENSIONI

STORIA DEL FOLKLORE IN EUROPA

Giuseppe Cocchiara

STORIA DEL FOKLORE IN EUROPA

Torino, Bollati Boringhieri, 2016

pp. 564, € 26,00

ISBN 9788833927404

 

di Paulo Fernando Lévano

 

«Il passato non è morto. Il passato vive in noi e con noi» (Giuseppe Pitrè, 1913).

 

Questa edizione della Storia del foklore in Europa (ed. or. 1952) comprende la Prefazione che vi aggiunse nel 1971 Giuseppe Bonomo (1923-2006), allievo ed erede intellettuale dell’autore. Anche se risale a quarantacinque anni fa, lo scritto di Bonomo (Pitrè, la Sicilia e i siciliani, Sellerio, 1989) ha ancora tanto da dire al lettore italiano; in questa recensione, suggeriremo che aver conservato il format “nuova nuova-edizione degli anni Settanta”, molto vintage, è forse l’aspetto più entusiasmante del ritorno di questo volume sugli scaffali.

leggi di più

Homo Europaeus

Paolo Prodi

HOMO EUROPAEUS

Bologna, Il Mulino, 2015

pp. 238, € 22,00

ISBN 978-88-15-25872-4

 

 

di Andrea Germani

 

 Il 2016 è stato un anno piuttosto particolare: annus horribilis per musicofili e giovani dalle idee politiche un po’ confuse, annus mirabilis per musicofobi e giovani dalle idee politiche ancor più confuse. Sicuramente per noi di Deckard è stato un duro colpo venire a sapere della dipartita di un grande accademico, uomo illustre e brillante mente a servizio dell’ateneo bolognese; no, non deve essere necessariamente Umberto Eco. Il 16 dicembre ci lasciava Paolo Prodi: storico emiliano allievo di Delio Cantimori, studioso della modernità europea nonché fratello del più famoso (qualcuno preferisce dire “famigerato”) Romano. Data l’impossibilità di riassumere decenni di prolifica attività scientifica in così poco spazio ci limiteremo a raccontare qualcosa delle sue ricerche, partendo dall’ultimo volume pubblicato a suo nome dalla casa editrice il Mulino di cui è stato, fra le altre cose, uno dei fondatori. 

leggi di più

INTERVISTE

INTERVISTA A NICOLA GRANDI

INTERVISTA A NICOLA GRANDI

 

a cura di Giancarlo Cinini

 

Nicola Grandi è professore di linguistica generale all’Università di Bologna e ha curato il libro La grammatica e l’errore, una raccolta di saggi sulle regole, gli errori e le eccezioni nel linguaggio. A lui abbiamo chiesto di parlarci di errori, come sempre in cinque domande.

 

Buongiorno professore. Lei è un linguista quindi quante lingue sa?

 

Ne parlo una e neppure particolarmente bene. Però ne conosco qualcuna in più: so come funzionano, so che suoni usano, come costruiscono le parole o le frasi, ecc. Non sono mai stato molto portato per le lingue straniere, ho una pigrizia di fondo che mi rende difficile studiarle. Non sono neppure un gran viaggiatore, quindi viene meno una delle principali motivazioni allo studio delle lingue. Però sono sempre stato attratto dai meccanismi che stanno dietro al funzionamento delle lingue: di quelli mi occupo e quelli studio.

 

leggi di più

FANTASTORIE

ROGUE ONE

Rogue One - A Star Wars Story

 

di Elisa Baioni e Arianna Ricci

 

A volte le saghe procedono, altre tornano indietro con lunghi flashback, altre volte ancora, invece, spiegano se stesse. È questo il caso di Rogue One - A Star Wars Story, spin-off ambientato nel mondo ideato anni or sono da George Lucas, che cuce una maglia vacante nella trama più ampia della celebre saga.

 

leggi di più

RAGAZZA

Mariko Ōhara

RAGAZZA in La leggenda della nave di carta. Racconti di fantascienza giapponese.

Roma, Fanucci Editore, Immaginario Solaria, 2002

pp. 248, € 12,90

ISBN 8834708598

 

di Francesca Panciroli

 

Dal 1971 la Fanucci Editore ha deciso di dedicarsi alla letteratura horror, fantasy e fantascientifica pubblicando autori noti come Lovecraft, Asimov e Dick. Nel 1999 crea la collana Solaria e nel 2002 esce all'interno della Collezione immaginario (2002-2005) La leggenda della nave di carta. Racconti di fantascienza giapponese, curata da Carlo Pagetti e Ilaria M. Orsini e purtroppo fuori catalogo. Si tratta della prima raccolta di racconti della Collana dedicata alla narrativa giapponese, che però viene tradotta a partire dalla versione inglese, antologia curata da John L. Apostolou e Martin H. Greenberg, The Best Japanese Science Fiction Stories (1989). Scelta che provoca la perdita di un numero maggiore di dettagli dal momento che i racconti originali vengono sottoposti a una duplice traduzione. 

leggi di più

FACCIAMOCELA RACCONTARE

Come promesso in questa intervista e dopo un anno di proiezioni al cinema e di rigidissima privacy su Vimeo, ecco pubblicato l'Episodio1: La Scelta di Ettore Majorana. Fatelo vedere a tutti i vostri conoscenti, anche quelli che vi stanno antipatici. 

Noi si sta già lavorando sul prossimo, naturalmente.


migliori elaborati del corso

LA TRAGICA FINE DI NINA TUCKER

LA TRAGICA FINE DI NINA TUCKER

 

di Pietro Balestra

 

Nessuno che si definisca otaku può trattenere una lacrima al solo sentire il nome Nina Tucker, vispa e affettuosa bimba, tramutata in chimera attraverso l'alchimia dal suo stesso padre, Shou Tucker,

smanioso di conoscenza e di gloria, nell'anime Full Metal Alchemist.

 

Ma se questa tragica vicenda fosse avulsa da ogni realtà, perché susciterebbe in noi un tale dolore e una tale paura? Non è forse noto che anche gli ateniesi del V secolo a.C. s'atterrivano davanti alle opere di Eschilo, Sofocle ed Euripide, poiché nei miti riconoscevano loro stessi? Dunque noi, uomini del XXI secolo, dovremmo forse rispecchiarci e come in questa favola offerta dai maestri del Sol Levante, in questa tragedia contemporanea? Nel presente saggio analizzeremo le nozioni di chimera e alchimia – le loro origini, la loro storia e la loro influenza sul nostro presente – così da mostrare che, in realtà, il sopraccitato episodio di Full Metal Alchemist altro non è che una metafora del rapporto tra l'uomo e la scienza da un lato, e l'uomo e la natura dall'altro.

 

leggi di più

ILLUSTRAZIONI

Qui sono raccolte le illustrazioni più belle create per i nostri testi.


ARCHIVIO

Carson | Ferraris | Latouche |Latour | Lyotard | Onfray | Morin Savater 

Nell'archivio ci sono le sezioni dedicate a pensatori di rilievo su cui abbiamo scritto parecchio. Si infoltirà sempre più, quindi leggete da subito altrimenti rimanete indietro. È solo un consiglio, ma poi non dite che non ve l'avevamo detto.


illuminismo | romanticismo | finanzcapitalismo