Cos'è Deckard?

Deckard è una piattaforma crossmediale di cultura scientifica e filosofica nata nel Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna. Facciamo divulgazione con tutti i media disponibili. Fare divulgazione significa fare noi

fatica per farne fare meno a voi. Qui sotto tutti gli ultimi contributi.

Qui sopra tutte le sezioni.


L’AUTOMOBILE, LA NOSTALGIA E L’INFINITO. Su Fernando Pessoa

Antonio Tabucchi

L’AUTOMOBILE, LA NOSTALGIA E L’INFINITO. Su Fernando Pessoa

Palermo, Sellerio, 2015

pp. 109, € 12,00

ISBN 9788838933219

 

di Paulo Fernando Lévano

 

Vorremmo iniziare una nuova recensione dedicata alla poesia con uno slancio adeguato dell’animo, che magari ci allontani dal nostro Federico Moccia segreto e ci avvicini di più alla qualità della piuma del grande Antonio Tabucchi. Per farlo, sosteniamo di dover parlare di automobili; iniziamo da un’automobile alquanto famosa: la Mercedes Benz di Janis Joplin.


Oh Lord, won't you buy me a Mercedes Benz? / My friends all drive Porsches, I must make amends. / Worked hard all my lifetime, no help from my friends. / So Lord, won't you buy me a Mercedes Benz? (1970)

 

leggi di più

IL MONDO SALVERÀ LA BELLEZZA?

Salvatore Settis

IL MONDO SALVERÀ LA BELLEZZA? Responsabilità, anima, cittadinanza

Milano, Ponte alle Grazie, 2015

pp. 55, € 8,00

ISBN 9788868332112

 

di Paulo Fernando Lévano

 

L’ultima volta che abbiamo incrociato Salvatore Settis, eravamo sulla Via Flaminia girando il nostro cinepanettone, poco più di un anno fa; ci ricordiamo ancora del suo discorso su Federico Zeri e lo sdegno che ogni cittadino deve provare nei confronti di chi depreda i beni culturali (che sono di tutti) per gonfiare le proprie tasche (discorso incluso nella raccolta di scritti intitolata Battaglie senza eroi. I beni culturali tra istituzioni e profitto, Electa, 2005). Questa volta ce lo ritroviamo a Zelata di Bereguardo (PV) a tenere un’altra lezione, questa volta dietro iniziativa del Fondo Ambiente Italiano.

 

leggi di più

PICCOLI BRIVIDI: NON GIUDICARE UN FILM DALLA PELLICOLA

di Arianna Ricci

 

Tutti coloro che si definiscono dei fieri ed autentici 90s Kids, “ragazzi degli anni '90”, hanno sicuramente letto i libri, visto gli adattamenti televisivi, o, quanto meno, sentito parlare dei celebri Piccoli Brividi (Goosebumps) di Robert Lawrence Stine, la serie di romanzi horror per ragazzi che ha avuto la sua prima pubblicazione nel 1992 e da allora ha venduto centinaia di milioni di copie in tutto il mondo.

 

Oggi tutti i lettori possono vedere il loro più grande sogno (o incubo!) diventare realtà: i mostri dei Piccoli Brividi compaiono al cinema ed escono dai loro libri. Letteralmente. Infatti, la trama del film uscito il 21 Gennaio ed intitolato come la serie, è basata proprio sull'idea che i mostri di R. L. Stine abbiano la possibilità di uscire dai propri libri e vivere di vita propria. Lo stesso autore passa da narratore onnisciente e neutrale a personaggio del film: lui, scrittore dotato di strani poteri, è in grado di creare queste creature ed intrappolarle fra le pagine, in manoscritti che tiene chiusi con un lucchetto di cui solo lui ha la chiave.

 

leggi di più

STAR WARS: IL RISVEGLIO DELLA FORZA

di Arianna Ricci e Elisa Baioni

 

 

 

«C'è stato un risveglio, lo hai percepito?»

Snoke a Kylo Ren, Star Wars – Il risveglio della Forza

 

 

 

 

Come non percepirlo, anche da questo lato dello schermo? I fan sono rimasti a lungo tempo in trepida attesa e ancora adesso continuano ad essere in costante fermento. Complice di tanto entusiasmo non solo l’effettivo calore per una delle saghe più amate, ma anche la segretezza voluta dal regista J.J. Abrams, a cui va il merito di essere riuscito, nell’era dell’informazione istantanea, a far sì che il pubblico si recasse al cinema senza sapere cosa avrebbe visto. Ora che tutti hanno finito di emozionarsi per l’apparire della scritta Star Wars sul grande schermo e per le note incalzanti di John Williams, ad esplodere sono stati i commenti che, ovviamente, hanno confermato ciò che si sospettava: la scelta della Disney di puntare sulla saga ha fatto centro, l’episodio VII si è qualificato come il terzo film più visto di tutti i tempi. Pur essendo frutto di una grande operazione economica, sbaglieremmo a credere che Il Risveglio della Forza sia semplicemente questo. 

 

leggi di più

CIBO

di Arianna Ricci

13 Dicembre, h. 16:00 all'ExForno MamBo: ecco il terzo appuntamento con La Merenda, il format di divulgazione dal vivo di Deckard. 

 

Dopo aver passeggiato per le vie di Bologna ed essersi fermati ad ascoltare i suoi suoni e la sua musica, ci vuole un momento per rifocillarsi ed ecco il principale argomento della nostra discussione. Le ospiti di questa settimana sono Nike Baragli, allieva del Prof. Massimo Montanari (uno dei maggiori esperti mondiali di storia dell'alimentazione)  e collaboratrice di Foodzine Dispensa, e Sara Liparesi, responsabile di Gestione FICO Eataly World.

 

leggi di più

PUNTATA  29.11.15

 29 novembre 2015 -  puntata live de La Merenda. O: il convitato di Deckard presso l'ExForno MAMbo (Bologna). Abbiamo parlato della musica di Bologna con FEDERICO FERRI (direttore d'orchestra) e con FEDERICA PATTI (responsabile sezione audio video roBOt Festival - a casa con la febbre). 


INTERVISTA A CARLO ROVELLI

 INTERVISTA A CARLO ROVELLI

 

 

a cura di Giancarlo Cinini

 

«Quando tutte le cose, le animate e le inanimate, stanno sussurrando misteriose rivelazioni, ma ciascuna dicendo la sua, e tutte discordanti, perciò non riusciamo a capire e patiamo quest'angoscia di essere sul punto di conoscerle e di non conoscerle.»

J. Saramago

 

Carlo Rovelli è fisico teorico, ricercatore di gravità quantistica e divulgatore scientifico. Il suo libro Sette brevi lezioni di fisica, è alla diciannovesima ristampa. Lo ringraziamo per la grande e tempestiva disponibilità. Cinque domande a un pensatore che sta affascinando tutto il mondo, cercando misteriose rivelazioni.

 

 

Non volevo rispondere, perché faccio troppe interviste. Ma poi ho visto le domande e sono troppo carine. Per cui rispondo. (Rovelli, 20.1)

 

Buongiorno professore. Bridgman scrisse La logica della fisica moderna e morì suicida; Boltzmann scrisse gli Scritti divulgativi e morì suicida. Le sue Sette brevi lezioni di fisica sono un ottimo libello divulgativo che affronta i temi cruciali della fisica di oggi. Si sente bene, professore?

 

leggi di più

INTERVISTA a Gianluca De Fazio

UN'INTERVISTA A GIANLUCA DE FAZIO PER RECENSIRE IL LIBRO

 

Rocco Ronchi
GILLES DELEUZE. Credere nel reale
Milano, Feltrinelli, 2015
pp. 144, € 14,00
ISBN 9788807227028

di Paulo Fernando Lévano

 

Babbo Natale passa in anticipo a Bologna quest’anno: Officine Filosofiche incontra l’autore del volume che segnaliamo, un’interessante panoramica sul pensiero del filosofo francese Gilles Deleuze, morto suicida ormai vent’anni fa. E che ghigno in faccia alla Fortuna che, in questo momento, ci fissa! Infatti, per chiarirci un po’ le idee è venuto proprio un membro del Gruppo di Ricerca di Officine, nonché assiduo frequentatore della Biblioteca di Filosofia di via Zamboni, 38 (similia nam similia conoscunt): il dottor Gianluca De Fazio. Riportiamo qui di seguito la conversazione con il nostro ospite, che gentilmente ha accettato di condividere con noi e con voi, lettori e (chissà) futuri uditori alla conferenza, qualche considerazione introduttiva intorno ai capisaldi del pensare deleuziano.

leggi di più

Come promesso in questa intervista e dopo un anno di proiezioni al cinema e di rigidissima privacy su Vimeo, ecco pubblicato l'Episodio1: La Scelta di Ettore Majorana. Fatelo vedere a tutti i vostri conoscenti, anche quelli che vi stanno antipatici. 

Noi si sta già lavorando sul prossimo, naturalmente.


migliori elaborati del corso

IO SONO L'ULTIMO MARZIANO

Io sono l’ultimo marziano.


di Maria Elena Corrias


So we’ll go no more a roving So late into the night, Though the heart be still as loving, And the moon be still as bright.1 (George G. Byron)


La raccolta Cronache Marziane, pubblicata nel 1950, contiene ventotto racconti scritti da Ray Bradbury - molti dei quali già usciti su riviste di narrativa fantascientifica - inseriti nella medesima cornice narrativa, la colonizzazione di Marte: l’autore stesso ha definito Cronache Marziane “un libro di storie che finge di essere un romanzo”2. La struttura del volume, in cui ciascuna delle vicende - che si svolgono tra il 1999 e il 20263 - ha un tono e un genere proprio, si presta ad accogliere una notevole varietà di temi: dalla critica all’imperialismo e al razzismo alla polemica contro la burocrazia e la censura, dalla psicologia dei rapporti familiari alla guerra, al rispetto per l’ambiente, per il passato e per la cultura, dall’odio per la violenza e la guerra, alla riflessione su Dio, sulla scienza, sull’arte. Bradbury affronta questi temi, attuali in ogni epoca, con lo sfondo dei paesaggi marziani, tra razzi da vacanza ed esseri multiformi, ma conservando sempre un’atmosfera, fatta di gesti, comportamenti e reazioni, squisitamente umana; si volge così ad illustrare il complicato significato di “essere uomo”: non è mai chiaro chi sia veramente degno dell’attributo di “umano”, se i marziani o gli abitanti della Terra.

leggi di più

PUNTATA #2

Con la seconda puntata entriamo in un tratto abbandonato e asciutto dell'acquedotto Romano di Bologna. Il cunicolo non è agevole e altre forme di vita, poco invitanti, ne popolano le pareti. Una volta dentro, possiamo vedere i suggestivi segni delle picconate con cui è stato scavato a mano l'Acquedotto più di duemila anni fa.


Guidati dal GSB (Gruppo Speleologico Bolognese) ci accingiamo a riscoprire un aspetto importantissimo della storia della nostra città.


di Alessandro Spedicato
di Alessandro Spedicato

L'ultima illustrazione pubblicata, cliccala per andare all'articolo.


Qui sono raccolte le illustrazioni più belle create per i nostri testi.


Carson | Ferraris | Latouche |Latour | Lyotard | Onfray | Morin Savater 

Nell'archivio ci sono le sezioni dedicate a pensatori di rilievo su cui abbiamo scritto parecchio. Si infoltirà sempre più, quindi leggete da subito altrimenti rimanete indietro. È solo un consiglio, ma poi non dite che non ve l'avevamo detto.


illuminismo | romanticismo | finanzcapitalismo